Balocco

Pilotano appalti, 35 indagati a Vercelli

Pilotavano le gare per favorire l'aggiudicazione di importanti appalti in tutto il Nord Italia a una società di Vercelli nel settore delle case di riposo e dell'assistenza agli anziani. Dopo le indagini condotte dalla Gdf di Vercelli, il gip ha emesso quattro misure interdittive nei confronti di Massimo Secondo, presidente della Punto Service di Vercelli, dei vertici dell'Ipab Borsalino di Alessandria, il presidente Maria Ghè e il direttore Gianpaolo Paravidino e del presidente della commissione di gara, Paolo Barbano. I reati contestati sono corruzione e turbata libertà degli incanti. Secondo l'accusa, gli indagati costruivano bandi 'su misura' per la società individuata come quella vincitrice: nelle gare le veniva attribuito un punteggio nel "capitolato tecnico-qualitativo" talmente elevato che le altre partecipanti non potevano colmare il gap. A fronte di questi vantaggi, la Punto Service offriva favori personali, tra cui assunzioni, e regali. Trentacinque gli indagati dalla procura di Vercelli.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie